REGOLAMENTO DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE, DI STUDIO, DELLE VISITE GUIDATE E DEI SOGGIORNI ALL’AESTERO

PREMESSA

             Con il presente Regolamento si intendono definire le tipologie, le modalità e i criteri di svolgimento delle attività e delle iniziative complementari alle attività istituzionali della scuola,anche alla luce delle moda-lità di svolgimento dei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, come previste dalla Legge 107/2015.

Pertanto rientrano in tali iniziative complementari le seguenti attività:

  • VISITE GUIDATE BREVI e DI UNA GIORNATA O INIZIATIVE LEGATE A PERCORSI DI AL-TERNANZA SCUOLA-LAVORO, quelle deliberate dal Consiglio di classe che si concludono nell’arco dell’orario delle lezioni o in una unica giornata;
  • VIAGGI DI STUDIO IN ITALIA, quelli deliberati dal Consiglio di classe che hanno per tema spe-cifico approfondimenti tematici di non più di due discipline di indirizzo e che prevedono un mas-simo di due pernottamenti. Al fine di favorire la più ampia partecipazione degli studenti e qualora tali attività rientrino nelle deliberate iniziative di Alternanza Scuola Lavoro, i viaggi di studio po-tranno essere finanziate anche parzialmente, con fondi messi a disposizione dall’Amministra-zione o da soggetti terzi;
  • VIAGGI DI ISTRUZIONE SUL TERRITORIO NAZIONALE E ALL’ESTERO: quelli deliberati dal Consiglio di classe che prevedono iniziative che riguardano sia le diverse discipline, che temati-che sociali, storiche, artistiche, linguistiche, culturali, ambientali e che prevedono un minimo di tre pernottamenti. Al fine di favorire la più ampia partecipazione degli studenti e qualora tali attività rientrino nelle deliberate iniziative di Alternanza Scuola Lavoro, i viaggi di istruzione po-tranno essere finanziate anche parzialmente, con fondi messi a disposizione dall’Amministra-zione o da soggetti terzi.
  • SOGGIORNO DI STUDIO DI LINGUA STRANIERA IN EUROPA: quelli deliberati dal Consiglio di classe che prevedono iniziative che riguardano lo studio e l’approfondimento delle lingue stra-niere e della cultura del paese ospitante e che prevedono un minimo di cinque pernottamenti. Al fine di favorire la più ampia partecipazione degli studenti e qualora tali attività rientrino nelle deliberate iniziative di Alternanza Scuola Lavoro, i soggiorni di studio di lingua straniera in Europa potranno essere finanziati anche parzialmente, con fondi messi a disposizione dall’Amministra-zione o da soggetti terzi.

Pertanto le visite guidate brevi e di una giornata o le iniziative legate a percorsi di alternanza scuola-lavoro, i viaggi di studio e i viaggi di istruzione, hanno le seguenti finalità:

  • attivare una didattica fuori dalle aule scolastiche;
  • approfondire contenuti e tematiche coerenti con la programmazione didattica dei Consigli di Classe e delle singole discipline;
  • far conoscere realtà antropologiche, storiche, linguistiche, artistiche, culturali e sociologiche;
  • favorire la socializzazione tra alunni e tra alunni e docenti;
  • mettere in contatto gli studenti con la realtà lavorativa;
  • abituare gli studenti a frequentare eventi culturali locali, nazionali e dell’Europa.

 

L’Istituto prevede quindi:

  • Visite guidate brevi e di una giornata o iniziative legate a percorsi di alternanza scuola-lavoro
  • Viaggi di studio in Italia;
  • Viaggi di istruzione sul territorio nazionale e all’estero,
  • Soggiorno di studio di lingua straniera in Europa.

DISPOSIZIONI GENERALI PER VISITE,VIAGGI DI STUDIO, VIAGGI E SOGGIORNI

1 - DISPOSIZIONI VISITE GUIDATE BREVI

La proposta viene deliberata dal Consiglio di Classe qualora essa interessi una durata superiore alle ore del docente proponente, tenuto conto degli indirizzi del POF, nell’ambito della programmazione di-dattica.

Per l’attivazione si procede nel modo seguente:

  • Domanda scritta a cura del docente accompagnatore, completa dei dati richiesti su apposito stam-pato, firmato dai docenti in orario nella giornata,
  • Il tempo di attuazione deve essere quello dell’orario di lezione,
  • Richiesta di autorizzazione al Dirigente Scolastico con anticipo di almeno una settimana rispetto alla data programmata,
  • Ritiro delle nomine dei docenti accompagnatori e degli elenchi degli alunni.
  • Spese eventuali a carico delle famiglie, con saldo anticipato,
  • Le visite guidate brevi sono equiparate a lezioni fuori sede per le quali pertanto non è previsto il se-condo accompagnatore,
  • Si prevedono, al massimo, 6 visite brevi per classe per le classi del biennio, mentre per quelle del triennio tale numero potrà essere di 10 se oltre la metà di esse è destinata ad attività di Alternanza Scuola Lavoro.

2 - DISPOSIZIONI PER VISITE DI UNA GIORNATA, VIAGGI DI STUDIO, VIAGGI DI ISTRUZIONE

2.1) ADEMPIMENTI DEL CONSIGLIO DI CLASSE

La proposta viene deliberata dal Consiglio di Classe, tenuto conto degli indirizzi del POF, nell’ambito della programmazione didattica. Viene inoltrata all’Ufficio Protocollo dal referente accompagnatore de-signato da Consiglio di Classe che indicherà anche almeno un sostituto.

Le visite guidate di una giornata possono essere formulate e approvate dal Consiglio di Classe nel corso dell’anno scolastico ed effettuate fino a maggio.

Le proposte di viaggio di studio e di viaggio di istruzione vanno formulate nell’ambito del primo Consi-glio di programmazione e deliberate da parte del Consiglio di Classe alla presenza delle componenti studenti e genitori. (Il C.d.C presenterà ai rappresentanti le decisioni adottate).

Le proposte delle mete e dei percorsi di visita devono essere corredate in modo esauriente.

Ogni classe potrà effettuare, al massimo, tre visite guidate di un giorno all’anno.

Le proposte di viaggio prive dell’indicazione dei docenti accompagnatori e dei sostituti non saranno prese in considerazione.

Quando una classe partecipa ad un viaggio di studio e a un viaggio di istruzione nel corso di uno stesso anno scolastico, il numero massimo dei pernottamenti fuori sede è di 7 notti.

2.2) ADEMPIMENTI DEL DOCENTE REFERENTE

Il docente referente cura i rapporti con la Commissione viaggi per gli adempimenti organizzativi e con la Segreteria per il pagamento delle quote, in particolare:

  • compila in modo esatto e completo il modulo di richiesta (almeno 2/3 degli alunni frequentanti);
  • consegna agli alunni la richiesta per le autorizzazioni dei genitori e raccoglie i versamenti dell’acconto e del saldo;
  • unitamente alla domanda, presenta all’Ufficio personale la dichiarazione circa l’impegno a par-tecipare al viaggio con l’assunzione dell’obbligo della vigilanza ed una dettagliata relazione illu-strativa degli obiettivi culturali e didattici del viaggio;
  • redige una breve relazione dopo l’effettuazione del viaggio.

2.3) PAGAMENTI

L’anticipo e il saldo devono essere versati in Segreteria secondo le modalità indicate dal Dirigente Sco-lastico.

2.4) ACCOMPAGNATORI

I docenti accompagnatori sono quelli delle classi interessate, nominati dal Dirigente Scolastico tra quelli disponibili e individuati dal Consiglio di Classe al proprio interno. Occorre un accompagnatore ogni 15/18 (n.d.r. : da specificare?) alunni. In caso di una sola classe sono previsti comunque due accompagnatori. In presenza di alunni diversamente abili si prevede l’incremento di un accompagnatore, preferibilmente il docente di sostegno. Un docente può effettuare al massimo o un viaggio di istruzione o un soggiorno studio e non più di quattro visite di un’intera giornata per Anno Scolastico.

2.5) ORGANIZZAZIONE DEL VIAGGIO DI ISTRUZIONE E DEL VIAGGIO DI STUDIO

A cura dell’Istituto.

La Commissione viaggi e la Segreteria curano:

  • la raccolta delle richieste di viaggi di studio e di viaggi di istruzione proposte dal Consiglio di Classe;
  • gli abbinamenti di viaggi con mete e finalità affini,
  • le richieste di preventivi;
  • il quadro comparativo delle proposte delle Agenzie da inviare al Consiglio di Istituto. La scelta dell’Agenzia verrà effettuata sulla base di un prospetto comparativo di almeno tre preventivi di Agenzie di viaggio presentati in busta chiusa;
  • il rapporto con i docenti referenti e le agenzie di viaggio.

Nell’ambito del presente regolamento, che detta i criteri generali per le visite guidate, i viaggi di studio e i viaggi di istruzione, il Dirigente Scolastico adotterà tutti i provvedimenti opportuni in relazione all’orga-nizzazione e alle autorizzazioni di viaggio, anche per quelle iniziative che dovessero interessare più scuole del territorio.

2.6) AUTORIZZAZIONI

Le autorizzazioni per i viaggi di studio, i viaggi di istruzione e le visite di un’intere giornata sono di com-petenza del Consiglio di Istituto. In particolare per i viaggi di studio e i viaggi di istruzione: approva-zione del Consiglio di Istituto entro il mese di gennaio. Saranno accettate solo le richieste complete dei requisiti necessari di cui al punto 2.1 del presente Regolamento.

2.7) GRATUITA’

Le eventuali quote gratuite, concesse dalle Agenzie di viaggio, sono da considerarsi a favore dell’Istituto.

2.8) CONTRIBUTI

Gli alunni, che per situazione economica, autocertificata ai sensi della L.15/68, sono ammessi al beneficio della fornitura gratuita o parziale dei libri di testo ai sensi del regolamento vigente di attuazione dell’art.27 della legge 23/12/1998, n.448, possono presentare domanda di contributo al Dirigente Scolastico. L’am-montare del contributo della scuola sarà del 30-50% delle spese di viaggio a carico della famiglia. Il contributo stanziato dalla scuola a favore degli studenti, è complessivamente di Euro 2.000,00, che potrà essere incrementato sulla base di quanto disposto dall’ultimo comma di questo articolo.

Ad un’eventuale eccesso di richieste con conseguente sforamento di tale cifra sono introdotti i seguenti criteri di attribuzione:

  1.  chi non ne ha mai usufruito,
  2.  chi frequenta l’ultimo anno del corso di studi.

Al contributo della scuola potrebbe aggiungersi una parte del Fondo degli studenti (DPR n. 567), previo consenso dei Rappresentanti d’Istituto (n.d.r. : degli studenti?) .

Al fine di favorire la massima partecipazione degli studenti alle visite di una giornata, ai viaggi di studio e ai viaggi di istruzione, i finanziamenti per le attività di Alternanza Scuola Lavoro possono essere desti-nati, su proposta del Dirigente Scolastico, allo svolgimento di tali attività.

2.9) DOCUMENTI

I partecipanti sono tenuti ad avere documenti validi per l’espatrio.

Gli studenti extracomunitari devono, in modo autonomo, munirsi dei documenti validi per l’espatrio.

2.10) MEZZI DI TRASPORTO

Si deve utilizzare il mezzo di trasporto più idoneo. La scelta deve tener conto delle garanzie fornite circa le norme di sicurezza e di valutazione economica inerente rapporto qualità prezzo.

2.11) DURATA DESTINAZIONI E SPESA DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE

classi

n°. max giorni

per viaggio

Corrispondenti a

Spesa max

in Euro*

Anticipo in Euro

1^

3

Due pernottamenti

220,00

80,00

2^

3

Due pernottamenti

220,00

80,00

3^

4

Tre pernottamenti

300,00

100,00

4^ - 5^

6

Cinque pernottamenti

400,00

100,00

Se il viaggio di istruzione non viene effettuato l’incremento delle uscite di una giornata è pari al 50%, arrotondato per difetto, di quelle previste per il viaggio stesso. La spesa massima per viaggio di istru-zione comprende le spese per il mezzo di trasporto, il pernottamento e la mezza pensione, i transfert (aeroporto hotel e viceversa).

2.12) PERIODO

Il Dirigente Scolastico, nell’ambito della programmazione delle attività di Istituto, individua il periodo per lo svolgimento dei viaggi di istruzione.

2.13) DELIBERA DI SPESA

  • Per i docenti accompagnatori, che hanno diritto al trattamento di missione, il Consiglio d’Istituto dap-prima delega il Dirigente Scolastico dell’autorizzazione preventiva e successivamente ratificherà con una delibera.
  • Per i docenti che non hanno diritto al trattamento di missione, si fa riferimento a quanto stabilito in sede di contrattazione sindacale all’interno dell’istituto.

3 - DISPOSIZIONI PER SOGGIORNI STUDIO ALL’ESTERO

Soggiorni studio all’estero

I soggiorni di studio all’estero, attività di tutto l’Istituto, vengono proposti dal Dipartimento Linguistico che cura la realizzazione del progetto tramite la Commissione presentatrice del progetto stesso. I Consigli di Classe aderiscono al progetto in sede di programmazione e il Consiglio di Istituto delibera definitivamente.

1) Finalità

Tali soggiorni si propongono di:

  • fornire un’esperienza di “full immersion” in una realtà che si esprime in una delle lingue straniere previste dal corso di studi dell’Istituto;
  • far entrare gli studenti a diretto contatto con usi e costumi di una civiltà estera;
  • far approfondire le competenze linguistiche partendo dai prerequisiti individuali.

2) Partner Straniero

Per la programmazione, l’organizzazione e la realizzazione del soggiorno l’Istituto sceglie come partner un’Associazione o un’Istituzione scolastica.

3) Modalità/ Durata

Il soggiorno di studio, la cui durata max prevista del soggiorno è di 7 pernottamenti, prevede:

  • l’alloggio dei ragazzi a pensione completa presso famiglie locali qualificate, referenziate proposte dall’Associazione o dall’Istituto scolastico partner prescelto;
  • lo svolgimento di lezioni in lingua, con docenti di madrelingua qualificati;
  • idonee escursioni per approfondire gli aspetti culturali, naturali, industriali e commerciali della zona;

4) Organizzazione

Ai fini di un corretto e articolato svolgimento dell’esperienza è necessario che:

  1. ogni soggiorno di studio sia sottoposto ad un Regolamento specifico formulato dalla Commissione preposta che definirà il n° max di gruppi partecipanti al Progetto;
  2. per il buon funzionamento del progetto si prevedano gruppi di studenti di almeno 15 alunni e non più di 30, accompagnati da due docenti di cui almeno uno della specifica lingua straniera;
  3. per la costituzione del gruppo, la Commissione progetto soggiorno studio, valuti le richieste degli alunni delle classi che hanno aderito sulla base dei criteri di cui al successivo punto 5;
  4. al termine del soggiorno stage la Scuola straniera rilasci un attestato che sarà valutato dai Consigli di Classe per il credito scolastico;
  5. il soggiorno debba essere svolto in periodo non concomitante con le scadenze quadrimestrali o con altre scadenze istituzionali;
  6. il costo del soggiorno studio è sia interamente a carico delle famiglie. Eventuali contributi della scuola saranno concessi in conformità ai criterio validi per i viaggi di istruzione di Istituto e, qua-lora deliberati dai Consigli di Classe, come attività di Alternanza Scuola Lavoro;
  7. i costi terranno conto del costo della vita della nazione che ospiterà il soggiorno, saranno vagliati dalla scuola col criterio della massima economicità.

5) Criteri di partecipazione

In particolare sono previsti i seguenti criteri di partecipazione che riguardano gli alunni e docenti accom-pagnatori:

ALUNNI

Saranno ammessi gli studenti che :

  • abbiano conseguito un voto di condotta non inferiore a 8 decimi nello scrutinio finale del precedente anno scolastico,
  • che non abbiano avuto una nota disciplinare personale nell’ anno scolastico in cui si svolge il sog-giorno:
  • abbiano sottoscritto il regolamento di cui al precedente punto 4 – lettera c).

Nel caso di eccedenze di iscritti, rispetto al numero di posti disponibili, si procederà a un sorteggio. Qualora l’esperienza si ripeta l’anno successivo o in una successiva tornata, gli studenti che non hanno partecipato perché non sorteggiati, se ancora interessati, parteciperanno al nuovo soggiorno.

DOCENTI

Per la selezione dei docenti accompagnatori si seguiranno i seguenti criteri:

  1. almeno un docente accompagnatore dovrà essere insegnante della lingua straniera del paese ospi-tante,
  2. un ulteriore docente, anche non di lingua straniera, dovrà avere un’adeguata conoscenza della lin-gua del paese ospitante,
  3. appartengano al Consiglio di Classe di studenti partecipanti al Soggiorno studio,
  4. appartengano alla Commissione progetto soggiorno studio.

 In caso di eccedenze di docenti disponibili si applicherà il criterio della rotazione.



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.