REGOLAMENTO PER CONFERIMENTO DI INCARICO AD ESPERTI ESTERNI

Il presente regolamento disciplina, ai sensi degli artt. 40 e 33 co.2 del Decreto Interministeriale n.44 del 01/02/2001, le modalità ed i criteri per il conferimento di contratti di prestazione d’opera, per attività ed insegnamenti che richiedono specifiche e peculiari competenze professionali, nell’ambito della programmazione didattica annuale, al fine di sopperire a particolari e motivate esigenze didattiche deliberate nel Pof.

I contratti di prestazione d’opera possono essere stipulati dalla scuola per l’attuazione di progetti contenuti nel Piano dell’offerta formativa, relativi ad attività di:

• insegnamento

• formazione ed aggiornamento.

L´istituzione scolastica può stipulare i seguenti tipi di contratto:

• Contratti di prestazione di lavoro autonomo con professionisti che abitualmente esercitano le attività prefigurate nel CCNL della scuola;

• Contratti di prestazione di lavoro autonomo occasionalmente reso, quando rispetto al prestatore l´attività presenta caratteristiche di saltuarietà e secondarietà;

• Contratti di collaborazione coordinata e continuativa, caratterizzati dallo svolgimento dell´attività prestata senza vincolo di subordinazione nel quadro di un rapporto unitario e continuativo e con retribuzione periodica stabilita.

Tali contratti possono essere stipulati a condizione che la scuola non disponga delle

competenze specifiche e tecnico professionali per lo svolgimento degli insegnamenti

o attività oggetto del contratto o che risulti comunque l´impossibilità di avvalersi del

personale della scuola.

– Individuazione delle professionalità - Sulla base della programmazione dell´offerta formativa, delle richieste del Collegio dei docenti, che individua le esigenze didattiche da soddisfare e le specifiche competenze professionali richieste all´esperto, l´Istituzione Scolastica, verificata l´impossibilità di utilizzare al fine il personale interno ed in coerenza con le disponibilità finanziarie, provvede alla stipulazione di contratti/specifiche convenzioni con esterni in base a:

• Curriculum, titoli culturali e professionali, attinenti alle finalità del progetto, pubblicazioni debitamente documentate ed esperienze pregresse;

• Progetto presentato dall´esperto e sua congruenza con la richiesta della scuola;

• Valutazione del rapporto qualità/prezzo qualora sia possibile una comparazione di più offerte rispetto al medesimo progetto;

• Rotazione incarichi, onde evitare di concentrare negli anni più incarichi sulla stessa persona e favorire lo sviluppo delle professionalità;

• Esperienze precedenti di lavoro con l´esperto che siano state valutate positivamente dalla scuola (teams docenti, organi collegiali, referenti e staff di direzione) o da altre istituzioni scolastiche;

• Parere dell´organo collegiale proponente il progetto

 

- Scelta dell’esperto – la selezione dei curricola sarà effettuata da un’apposita commissione presieduta dal D.S. e costituita da personale qualificato.

L’istituzione scolastica si riserva il diritto di invitare, tra gli altri, anche esperti e/o associazioni di comprovata esperienza o qualità formativa di cui abbia avuto testimonianza in precedenti collaborazioni con l’Istituto.

Si terrà conto:

• del possesso dei requisiti per l’accesso al pubblico impiego

• dei titoli culturali e professionali specifici, curricoli, pubblicazioni debitamente documentate, esperienze pregresse prioritariamente svolte in ambito scolastico

• del progetto presentato dall’esperto e sua congruenza con le richieste della scuola

• della valutazione del rapporto qualità/prezzo, qualora sia possibile una comparazione di più offerte rispetto al medesimo progetto

• di esperienze precedenti di lavoro con l’esperto che siano state valutate positivamente dalla scuola stessa o referenze.

- Stipula del contratto - Nei confronti dei candidati selezionati, il Dirigente provvede, con determinazione motivata in relazione ai criteri definiti con il presente regolamento e nei limiti di spesa del progetto, alla stipula del contratto.

Nel contratto andranno specificati:

• l’oggetto della prestazione

• i termini di inizio e conclusione della prestazione

• il corrispettivo della prestazione

• le modalità di pagamento del corrispettivo

• le cause che danno luogo a risoluzione del contratto ai sensi dell’art.1456 del C.C. e le condizioni per il ricorso delle parti al recesso unilaterale.

La natura giuridica del rapporto che si instaura con l’incarico di collaborazione esterna è quello di rapporto privatistico qualificato come prestazione d’opera intellettuale.

I contratti di cui al presente regolamento non possono avere durata superiore all’anno scolastico e sono rinnovabili.

Il Dirigente Scolastico determina, ove non fissato per legge dalla normativa di riferimento, il compenso massimo da corrispondere all’esperto per ogni ora di lezione o l’importo massimo della disponibilità finanziaria, in relazione al progetto da attuare. L’importo totale deve intendersi comprensivo anche degli eventuali oneri a carico dell’amministrazione.

Può essere anche previsto un pagamento forfetario, ove più conveniente all’ Amministrazione.

Il compenso spettante sarà erogato al termine della prestazione, previa presentazione della relazione finale e della dichiarazione con la calendarizzazione delle ore prestate, controfirmate dal docente referente del Progetto.

I contratti con i collaboratori esterni possono essere stipulati, ai sensi dell’art.32 – c.4 del Decreto Interministeriale n.44 del 01/02/2001, soltanto per le prestazioni e le attività:

• che non possono essere assegnate al personale dipendente per inesistenza di specifiche competenze professionali

• che non possono essere espletate dal personale dipendente per indisponibilità o coincidenza di altri impegni di lavoro

• di cui sia comunque opportuno il ricorso a specifica professionalità esperta.

– Doveri e responsabilità dell´esperto - L´esperto destinatario del contratto di prestazione d´opera deve assumere nei confronti dell´Istituzione scolastica i seguenti impegni:

• predisporre il progetto specifico di intervento in base alle eventuali indicazioni e richieste della scuola;

• definire con la scuola il calendario delle attività e concordare con la scuola ogni eventuale variazione.

• presentare al termine dell’attività una dettagliata relazione e fornire tutta la documentazione richiesta per il pagamento

• attenersi al Regolamento di Istituto.

L´esperto è responsabile di eventuali danni causato all´immobile, agli arredi, agli impianti da qualsiasi azione od omissione dolosa o colposa a lui direttamente imputabili.

In base al contratto d´opera, può svolgere la propria attività in appoggio agli insegnanti, durante l´attività didattica curricolare, e in tal caso la responsabilità sugli alunni rimane a carico degli insegnanti, oppure può gestire direttamente corsi di insegnamento aggiuntivi, assumendo tutte le responsabilità connesse alla vigilanza degli alunni.

In ogni caso, l´esperto è tenuto a rispondere direttamente all´Istituzione scolastica per ogni intervento connesso all´incarico.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.